Caricamento in corso...

SCOPRIRE IL GIAPPONE

BENVENUTI NEL PAESE OSPITANTE
LA RUGBY WORLD CUPTM

Sapporo – Itinerari

Itinerario di 3 giorni a Sapporo

Questo è un esempio di itinerario con 2-3 pernottamenti presso la struttura più vicina allo stadio. Perché non dedicare un po’ di tempo a visitare i dintorni prima e dopo la partita?

  • Giorno 1

    Hotel a Sapporo
    Camminando
    Stazione di Odori
    Metropolitana
    Stazione Maruyama-Koen
    Camminando

    Il santuario di Hokkaido

    Nella parte più settentrionale dell'Hokkaido, una volta nota come Ezochi (regione Ezo), c'era tempo fa una grande foresta sempreverde. A causa di questa foresta risultava difficile per le persone sviluppare l'area e viverci. Il santuario di Hokkaido fu fondato nel 1869 per incoraggiare i coloni che vivevano in quella terra aspra e per auspicare la bonifica e lo sviluppo di quel territorio. Durante il periodo Meiji il governo decise di trasformare la regione in una colonia a tutti gli effetti, perciò il santuario fu dedicato ai coraggiosi abitanti che vivevano lì. Al momento della sua fondazione, nel santuario furono racchiuse le cosiddette "Kaitaku sanjin" (le tre divinità della bonifica dell'Hokkaido), e nel 1964 in aggiunta fu racchiuso anche il "dio dell'imperatore Meiji", perciò si dice che il Santuario di Hokkaido conservi i quattro pilastri divini. Il territorio circostante ricco di elementi naturali è anche noto come il miglior "power spot" (punto in cui ci si può ricaricare di energia vitale) dell'Hokkaido, ed è amato da molti cittadini. Durante il periodo di Hatsumoude (occorrenza per cui si visita un santuario o un tempio per la prima volta nel nuovo anno) e in quello della fioritura dei ciliegi, al santuario accorre una folla di persone. Inoltre, poiché qui è custodito il dio della coltivazione, si dice che coloro che visitano il santuario otterranno buone occasioni nel lavoro, una numerosa discendenza e fortuna a livello finanziario.
    Fermata dell'autobus Jingu-mae
    Autobus

    Il trampolino di salto con gli sci di Okurayama

    La città di Sapporo è famosa per il fatto di essere il luogo in cui si sono svolti i primi Giochi olimpici invernali, tenutisi in Giappone nel 1972. Il trampolino di salto con gli sci di Okurayama è il luogo in cui si svolsero alcune di queste gare, e la struttura è ora un simbolo dello sport a Sapporo. Dopo i giochi olimpici l'impianto è stato mantenuto funzionante per consentire ai visitatori e ai locali di cimentarsi nel salto con gli sci, anche in estate o di notte! Ancora oggi molte gare di salto con gli sci si svolgono qui. Oltre ad essere una struttura sportiva, il trampolino offre anche la vista migliore di Sapporo e dall'osservatorio, ad un'altitudine di 307 metri, è possibile vedere non solo il centro della città, ma anche la pianura di Ishikari e la sua baia. È possibile raggiungere facilmente la cima prendendo una seggiovia a due posti, per provare l'emozionante punto di vista dell'atleta che si prepara per il suo salto mentre si osserva la pista ripida.
    Fermata dell'autobus Okurayama-kyogijomae
    Autobus
    Stazione Maruyama-Koen
    Metropolitana
    Stazione di Odori
    Camminando

    Pranzare a Sapporo

    Ci sono diverse prelibatezze locali che rappresentano la città e uno dei piatti più famosi è il ramen di Sapporo. Per questo piatto si usa della pasta simile a degli spaghetti spessi e arricciati e solitamente il brodo preparato con ossa di maiale viene insaporito aggiungendo salsa di soia o miso. Come altri ingredienti spesso si usano, fra gli altri, germogli di bambù, fettine di pancetta di maiale brasata, cipollotto e anche verdure impanate fritte, e ci sono molti ristoranti che su richiesta guarniscono il tutto con burro, mais o altro. Un'altra prelibatezza locale di Sapporo è la zuppa al curry. La zuppa al curry è un piatto originario di Sapporo a base di curry dal sapore particolare, "caratterizzato da una grande quantità di ingredienti aggiunti ad una zuppa cremosa dal retrogusto speziato". Durante la vostra visita alla città approfittatene dunque per assaporarne il gusto prelibato, leggermente diverso dal curry tradizionale che si trova nel resto del Giappone.
    Camminando

    La città di Sapporo (di giorno)

    Il parco Odori-koen, situato nel centro di Sapporo, è un piccolo parco unico nel suo genere che al contempo è anche una strada principale. In esso sono stati piantati 92 tipi di alberi e il prato e le aiuole vengono mantenuti ben curati. In totale ci sono circa 4.700 alberi, ed è un luogo in cui ci si può rilassare godendosi la natura pur restando nel centro della città. Inoltre è anche un luogo in cui si svolgono molti eventi, e al momento della Coppa del Mondo di rugby del 2019 è prevista l'organizzazione di un festival di cibo e bevande alcoliche chiamato "Festival autunnale di Sapporo". A settembre si svolgerà una partita a Sapporo, perciò consigliamo vivamente di farci una visita. A Sapporo inoltre si trovano la famosa Torre dell'orologio, che presenta un grande quadrante sul tetto triangolare, e il vecchio edificio del Governo in Hokkaido, realizzato rifacendosi all'architettura occidentale caratterizzata dall'uso dei mattoni e che perciò viene chiamato anche Akarenga (mattoni rossi). Entrambi sono designati come importanti proprietà culturali del Paese e molti turisti si fermano per visitarli.
    Stazione 4-Chome
    Tram
    Stazione della funivia di Iriguchi
    Camminando
    Funivia Mount Moiwa
    Funivia

    Il monte Moiwa

    Di recente la città di Sapporo è stata selezionata come una delle "nuove tre più belle vedute notturne del Giappone". Ad offrire una splendida vista sulla città non è solo il monte Okura presentato in precedenza, ma anche la Torre televisiva di Sapporo. La vista notturna più bella, tuttavia, è quella che si ha dal monte Moiwa. La cima del monte Moiwa, che può essere facilmente raggiunta usando una funivia e una funicolare, si trova ad un'altitudine di 531 metri e da essa si può ammirare non solo Sapporo, ma anche la pianura di Ishikari, la baia di Ishikari e la catena montuosa di Mashike. Poiché molti dei lampioni stradali di Sapporo utilizzano lampade a vapori di sodio, l'effetto che si ha è una netta prevalenza di colori caldi, tanto che la città viene anche descritta come "tappeto di luci" o "portagioie", e l'atmosfera è molto romantica. Inoltre, dal monte Moiwa, che è stato scelto all'interno del progetto "JAPAN 100 Moon" come luogo in cui poter ammirare la luna in tutta la sua bellezza, nelle notti limpide si può godere della vista notturna della città al chiaro di luna per un'esperienza ancora più magica.
    Funivia
    Funivia Mount Moiwa
    Camminando
    Stazione della funivia di Iriguchi
    Tram
    Stazione Susukino

    Il quartiere di Susukino (vita notturna)

    Susukino è un quartiere nel centro di Sapporo, famoso a livello nazionale perché si dice sia il quartiere della vita notturna più a nord in Asia. È un'area in cui si possono trovare molti ristoranti, taverne e bar situati l'uno accanto all'altro. Quindi se dopo aver visto la partita di rugby avete voglia di fare un brindisi, vi consigliamo di andare a Susukino. Una ragione in più per visitarlo è che il suo ordine pubblico è considerato impeccabile, dunque ci si può rilassare in sicurezza dopo la partita. Un'altra usanza caratteristica in Giappone è ciò che viene chiamato "cultura dello shime". Questa usanza consiste nell'offrire riso o noodles dopo che i clienti hanno finito di bere, ma qui a Sapporo gli ospiti riceveranno lo "shime parfait" (parfait dopo aver bevuto, cosa rara in Giappone, ma che ultimamente sta diventando popolare). Poter gustare un delizioso semifreddo fatto con morbida panna e frutta fresca a notte fonda è un piacere sublime per chi ama i dolci!
    Camminando
    Hotel a Sapporo
  • Giorno 2

    Camminando
    Stazione di Odori
    Metropolitana
    Stazione Nijuyon-Ken
    Camminando

    Mercato centrale all'ingrosso di Sapporo

    In quanto territorio caratterizzato da vaste terre e mare, l'Hokkaido è famoso in tutto il Giappone come una terra benedetta in cui abbondano sia verdura e frutta che prodotti ittici sempre freschi. Al mercato centrale all'ingrosso di Sapporo i visitatori possono trovare tutti questi prodotti riuniti in un unico posto. Gli ospiti se interessati possono fare qui un giro al mercato, ma consigliamo di andarci la mattina presto. Se dormendo fino a tardi vi perdete la seri (asta tradizionale giapponese), potrete comunque visitare i negozi di ortofrutta e le pescherie che vendono i prodotti messi all’asta nel vicino mercato, fare spese e mangiare pesce fresco nei ristoranti situati nelle vicinanze. Se venite a Sapporo, non potete partire senza prima aver mangiato il suo pesce fresco!
    Camminando
    Stazione Nijuyon-Ken
    Metropolitana
    Stazione Shin-Sapporo
    Autobus

    Il Museo dell'Hokkaido e il Villaggio storico dell'Hokkaido

    Se siete interessati alla storia e alle usanze dell'Hokkaido, ci sono due musei che vorremmo consigliare. Uno di questi è il Museo dell'Hokkaido, soprannominato "Mori-no-Charenga". L'Hokkaido, naturalmente, aveva una sua storia e una sua cultura, diverse da quelle del resto del Giappone, anche prima che il suo territorio fosse sfruttato appieno a partire dal periodo Meiji. In questo museo è possibile scoprire la storia dell'Hokkaido da prima della sua colonizzazione vera e propria, la cultura della razza Ainu e la vita degli immigrati provenienti dall'isola principale dell'arcipelago giapponese. Un altro museo è il Villaggio storico dell'Hokkaido, un museo a cielo aperto. In questo vasto sito di 54 ettari (540.000 metri quadrati) sono stati trasferiti o riprodotti i 52 edifici storici dell'era pionieristica dell'Hokkaido, e qui è possibile fare esperienza della cultura e dell'atmosfera di quest'epoca. Inoltre è possibile anche godersi un viaggio a bordo di una carrozza, o, se in inverno, a bordo di una slitta, trainata da cavalli.
    Autobus
    Stazione Shin-Sapporo
    Metropolitana
    Stazione di Odori
    Camminando
    Fermata dell'autobus Odori-Nishi 1
    Autobus

    L'onsen di Jozankei

    L'onsen di Jozankei è una città termale con molte locande giapponesi situate sul versante della montagna che può essere raggiunta in circa un'ora di auto dalla città di Sapporo. Le sorgenti termali dell'onsen di Jozankei sono conosciute con il nome di okuzashiki (salotto interno) di Sapporo. Questa città termale si è formata su un terreno piuttosto pianeggiante situato nella valle e, come suggerisce il nome, da qui è possibile osservare le maestose montagne mentre ci si rilassa in ammollo nelle sorgenti calde. Lo spettacolo sarà ancora più eccezionale durante la Coppa del Mondo di rugby del 2019: infatti la fine di settembre a Sapporo è la stagione in cui le foglie iniziano a cambiare colorazione, con il picco di colori intorno alla metà di ottobre. Rilassandovi nelle sorgenti calde mentre ammirate le foglie autunnali, potrete lasciarvi alle spalle la stanchezza data dal viaggio e dalle emozioni provate durante la partita.
  • Giorno 3

    L'onsen di Jozankei
    Autobus
    Stazione Sapporo
    JR
    Stazione Otaru
    Camminando

    Passeggiata lungo il canale di Otaru

    L'attrazione principale della città di Otaru è data dal suo famoso canale e dai magazzini retrò che lo costeggiano. Il suo porto nacque in quanto via di collegamento utile per lo sviluppo agricolo dell'Hokkaido e, anche se ora è stato in parte occupato da strade pedonali e giardini cittadini, visitando l'area si ha tuttora la sensazione che il tempo si sia fermato. Di notte vengono accesi i 63 lampioni a gas posizionati lungo il percorso pedonale, che creano un'atmosfera romantica. Consigliatissimo è il giro in barca lungo il canale. Inoltre anche la Kitaichi Hall, una sala illuminata dalla luce di 167 lampade a olio costruite da Kitaichi Glass, merita di essere visitata per la sua spettacolare bellezza. Ovviamente, dato che Otaru è una città che si affaccia sul mare, è d'obbligo provare i suoi piatti di pesce o il sushi. Gustatevi una deliziosa cena nel ristorante di sushi o di pesce che preferite.
    Camminando
    Stazione Otaru
    JR
    Stazione Sapporo

Mappa/Accesso