Scegli la lingua
JNTO Local Sites

Kumagaya – Itinerari

Itinerario di 3 giorni a Kumagaya

Questo è un esempio di itinerario con 2-3 pernottamenti presso la struttura più vicina allo stadio. Perché non dedicare un po’ di tempo a visitare i dintorni prima e dopo la partita?

Una base ideale per visitare la città e lo stadio potrebbe essere Kumagaya o Omiya, ecc.

Giorno 1

Hotel a Kumagaya
Camminando
Stazione Kumagaya
Autobus
Fermata dell'autobus Menuma-Shitamachi
Camminando

Passeggiata nella città di Kumagaya

Kumagaya, la città centrale nella parte settentrionale della prefettura di Saitama, ha molti siti degni di nota. L'ex clinica Sakata nella zona di Menuma è stata designata come patrimonio culturale materiale e la sua architettura ci permette di vivere l'atmosfera retrò moderna del primo periodo Showa. Tuttavia l'interno non è aperto al pubblico, tranne che in occasione di eventi speciali. Oltre alla clinica Sakata, la più grande attrazione di Kumagaya è costituita dal Menuma Shodenzan. Questo tempio è famoso per essere il più importante luogo spirituale a Saitama, e si dice che i visitatori ricevano varie benedizioni. Il seitendo, designato come tesoro nazionale, fu ricostruito verso la metà del periodo Edo. Grazie ai recenti lavori di restauro è ora possibile ammirare questa elaborata opera architettonica fin nel dettaglio dei suoi colori vivaci. Inoltre nelle vicinanze sono presenti alcune antiche vie tradizionali dove fare shopping, per cui passeggiando lungo queste strade è possibile immergersi nell'atmosfera tipicamente giapponese.
Camminando
Fermata dell'autobus Menuma-Shitamachi
Autobus
Stazione Kumagaya
Ferrovia Chichibu
Stazione Nagatoro

La via di negozi vicino alla stazione di Nagatoro

Se vi capiterà di dirigervi verso il parco Nagatoro Iwadatami partendo dalla stazione di Nagatoro della compagnia ferroviaria di Chichibu, assicuratevi di passare per la via di negozi chiamata Nagatoro Iwadatami dori. Questa via, lunga circa 400 metri, comprende molti negozi di souvenir e ristoranti, cosa che la rende una delle maggiori attrazioni turistiche della zona. Qui potrete provare vari piatti gourmet approfittando dei vari locali, che vanno dai caffè alla moda ai ristoranti che offrono specialità locali, fino ai negozi dove poter gustare il cibo da asporto. Il tutto mentre fate shopping! Cercate il locale che preferite fra l'ampia proposta a vostra disposizione!
Camminando

Rafting tra le acque del fiume di Nagatoro

Se volete godervi appieno il sito naturalistico Nagatoro Iwadatami, che è considerato un luogo dalla straordinaria bellezza paesaggistica nonché monumento naturale, potete provare a navigare lungo il fiume sfruttando il servizio Nagotoro Line Kudari (giro in barca sul fiume). Il vocabolo "toro" presente nella parola "Nagatoro" è un termine che descrive il fiume come caratterizzato da acque profonde e calme. Persino nel punto dello spartiacque del fiume Arakawa, che si estende fino alla baia di Tokyo, la corrente è calma, dunque ci si può rilassare sulla barca ammirando la magnifica vista sulla valle di Nagatoro. Sebbene le acque siano fondamentalmente calme, è possibile anche vivere l'emozione di una discesa fluviale attraversando alcune rapide che si trovano sul percorso. Mentre siete a bordo della tradizionale barca giapponese ascoltate le storie uniche e le appassionanti descrizioni del barcaiolo, godetevi il relax e, di tanto in tanto, le emozionanti rapide del fiume Arakawa.
Camminando

Il santuario di Hodosan

Il santuario di Hodosan, che è uno dei tre santuari presenti a Chichibu, è un santuario storico le cui origini risalgono a più di 1900 anni fa. Mentre attraversava il monte che ospita questo santuario, Yamato Takeru no Mikoto, che all'epoca era principe, si trovò la strada sbarrata da un incendio boschivo, e quando la divinità dei cani aiutò il principe in quell'occasione, il monte ricevette il nome di "Hodosan" (che significa monte che ha fermato il fuoco). Si dice che questo santuario sia stato fondato quando Yamato Takeru no Mikoto, arrivato sano e salvo fino alla vetta, decise di onorare le divinità Jinmu, imperatore suo antenato, Oyamatsumi (il dio della montagna) e Homusubi (il dio del fuoco). Per questo motivo si dice che i fedeli di questo santuario non subiranno danni derivati dal fuoco e non dovranno affrontare altre situazioni difficili legate a questo elemento. Il santuario principale, famoso per le sue architravi splendidamente intagliate, si trova ai piedi della montagna, ma "Okumiya", il santuario posteriore di Hodosan, è collocato sulla vetta e può essere facilmente raggiunto prendendo la funivia.
Camminando
Stazione Sanroku
Funivia
Stazione Hodosan-Sancho
Funivia
Stazione Sanroku
Camminando
Stazione Nagatoro
Ferrovia Chichibu
Stazione Chichibu
Camminando
Hotel a Chichibu

Giorno 2

Hotel a Chichibu
Camminando

Il santuario di Chichibu

Il santuario di Chichibu è anch'esso uno dei tre santuari presenti nella città, ed è famoso per il "Festival notturno di Chichibu", che è un festival annuale che si svolge in dicembre registrato come patrimonio culturale immateriale dell'UNESCO. Si dice che questo santuario sia stato costruito perché Chichibuhiko no Mikoto venerava Yagokoroomoikane no Mikoto. Questo santuario ha una storia molto lunga, di oltre 2100 anni. Qui si possono trovare delle sculture dai colori brillanti, e il santuario in sé colpisce per la sua bellezza e la sua diversità. Poiché Yagokoroomoikane no Mikoto è il dio che governa la saggezza, si dice che coloro che visitano questo santuario avranno un alto rendimento accademico. Di conseguenza durante la stagione degli esami il santuario viene preso d'assalto dagli studenti che pregano per il proprio successo negli studi.
Camminando

Passeggiata lungo la via Banba

La strada che porta al Santuario di Chichibu si chiama via Banba, e questo viale di ciottoli è caratterizzato da molti edifici moderni costruiti tra la fine del periodo Taisho e l'inizio del periodo Showa. Questa strada consente di godersi l'elegante paesaggio urbano. Ci sono anche numerose costruzioni registrate come beni culturali tangibili nazionali e, osservando la grande varietà di edifici, come tabaccherie, caffè vintage e cliniche dentistiche, vi sentirete come se steste viaggiando indietro nel tempo. Inoltre negli ultimi anni l'area è diventata un luogo alla moda per i suoi caffè, i suoi negozi di arredamento e i suoi locali dove poter gustare della birra artigianale, ed esplorandola si ha la sensazione di vivere allo stesso tempo il presente e il passato di Chichibu.
Camminando
Stazione a Seibu-Chichibu
Autobus
Fermata dell'autobus Mitsumine-Jinja (Santuario)
Camminando

Il santuario di Mitsumine

L'ultimo dei tre santuari presenti a Chichibu è il santuario di Mitsumine. Il santuario di Mitsumine è anch'esso un santuario che ha una storia di oltre 1900 anni e il suo mitico fondatore è Yamato Takeru no Mikoto. Si dice che il principe imperiale fondò questo santuario dopo essere rimasto impressionato dalle bellissime montagne e dai fiumi limpidi di questo luogo. Il principe si ricordò che a creare la terra del Giappone furono Izanami (una dea) e Izanagi (un dio) e dedicò quindi questo santuario alle due divinità. Al posto del cane custode troviamo la statua di un lupo, che sorveglia l'entrata del santuario. Il vasto territorio circostante è noto come "power spot" (punto in cui ci si può ricaricare di energia vitale), e consente inoltre ai visitatori di godersi la natura e la splendida vista dall'alto dei suoi 1100 metri. Si dice che questo santuario, che rappresenta la potenza e la forza, aiuti in particolare chi ha un chiaro desiderio di realizzazione, portando buona fortuna sul lavoro e con il denaro, ma che allo stesso tempo abbia effetti benefici per la purificazione del corpo e della mente. Nell'area inoltre sono presenti vari locali in cui gustare dolci e tè e perfino una stazione termale!
Camminando
Fermata dell'autobus Mitsumine-Jinja (Santuario)
Autous
Stazione a Seibu-Chichibu
Ferrovia Seibu
Stazione Tokorozawa
Ferrovia Seibu
Stazione Hon-Kawagoe
Camminando
Hotel a Kawagoe

Giorno 3

Hotel a Kawagoe
Camminando
Stazione Hon-Kawagoe
Camminando

Passeggiata nella "piccola Edo" a Kawagoe

Kawagoe
La città di Kawagoe è un sito turistico dove si può rivivere l'atmosfera del vecchio paesaggio urbano, ragione per cui viene chiamata Koedo (piccola Edo). In particolare ad essere chiamata così è la via di negozi Ichibangai, con le sue case mercantili costruite secondo il modello Kurazukuri (magazzino tradizionale) allineate lungo la strada, anche se questo paesaggio urbano in realtà si formò durante il periodo Meiji. Dopo il grande incendio di Kawagoe del 1896 si decise infatti di ricostruire la città adottando lo stile raffinato di tali edifici. La costruzione più imponente in mezzo agli edifici di questo scorcio è la torre campanaria (Toki-no-kane), costruita circa 400 anni fa. La campana della torre, uno dei simboli di Kawagoe, storicamente serviva per indicare l'ora ai cittadini. Anche se ora il suo funzionamento è meccanico, tutt'oggi continua a svolgere questo compito. Vicino alla via principale c'è una piccola strada chiamata Kashiya yokocho (vicolo dei negozi di dolciumi), dove, come si può dedurre dal nome, si trovano raggruppati circa 20 negozi che vendono dolci. È qui possibile gustare i dolciumi di una volta e altri dolci tradizionali mentre si passeggia immersi nel paesaggio urbano tradizionale giapponese. La città è inoltre famosa per i suoi piatti di anguilla, che si dice fosse un ingrediente popolare sin dal periodo Edo, e in tutta la zona si possono trovare molti ristoranti storici!
Camminando
Stazione Kawagoe
JR
Stazione Omiya
Ferrovia Tobu
Omiya-Koen(Parco) Stazione
Camminando

L'Omiya bonsai mura

La tecnica del "bonsai", ora diventata popolare anche all'estero, è un hobby unico nel suo genere che fa parte della cultura giapponese. Il mondo del bonsai si sviluppa intorno all'arte di piantare vari tipi di arbusti in vaso e modellarli per imitare il paesaggio naturale. A Omiya esiste un villaggio bonsai che si dice sia il luogo sacro di questa tecnica. Si dice che il villaggio abbia iniziato a formarsi durante il periodo Taisho, quando dei commercianti di bonsai di Tokyo danneggiati dal grande terremoto del Kanto si trasferirono in questo luogo alla ricerca di un terreno adatto alla coltivazione dei bonsai. Il villaggio fu fondato perché tutti possano gioire della vista dei bonsai, quindi quando dei nuovi residenti si volevano trasferire qui c'erano, e ci sono ancora, alcuni prerequisiti: i residenti devono avere più di 10 alberi di bonsai, la loro casa non può avere più di un piano, devono far crescere delle siepi, la porta deve rimanere aperta, e così via. Grazie a queste regole si possono ammirare dei bonsai ovunque si cammini nel villaggio, e vari alberi sono stati inoltre piantati lungo le sue strade così che ci si possa godere le bellezze che la natura offre in ogni stagione.
Camminando
Omiya-Koen(Parco) Stazione
Ferrovia Tobu
Stazione Omiya

Mappa/Dove siamo

Come Arrivare

A Sapporo
In aereo
  • Tokyo - 1 ora e 30 min ca.
  • Osaka - 2 ore ca.
In treno
COME ARRIVARE
A Kamaishi,
Iwate
In aereo
  • Osaka - 1 ora e 20 min ca.
In treno
  • Tokyo - 4 ore e 30 min ca.
COME ARRIVARE
A Kumagaya,
Saitama
In aereo
In treno
  • Tokyo - 40 min ca.
  • Osaka - 3 ore e 10 min ca.
COME ARRIVARE
A Tokyo
In aereo
  • Osaka - 1 ora e 10 min ca.
In treno
  • Osaka - 2 ore e 30 min ca.
COME ARRIVARE
A Yokohama
In aereo
In treno
  • Tokyo - 18 min ca.
  • Osaka - 2 ore ca.
COME ARRIVARE
A Shizuoka
In aereo
In treno
  • Tokyo - 1 ora ca.
  • Osaka - 2 ore ca.
COME ARRIVARE
A Toyota,
Aichi
In aereo
In treno
  • Tokyo - 3 ore ca.
  • Osaka - 1 ora e 50 min ca.
COME ARRIVARE
A Osaka
In aereo
  • Tokyo - 1 ora e 10 min ca.
In treno
  • Tokyo - 2 ore e 30 min ca.
COME ARRIVARE
A Kobe
In aereo
  • Tokyo - 1 ora e 15 min ca.
In treno
  • Tokyo - 2 ore e 40 min ca.
  • Osaka - 12 min ca.
COME ARRIVARE
A Fukuoka
In aereo
  • Tokyo - 1 ora e 35 min ca.
  • Osaka - 1 ora e 10 min ca.
In treno
  • Tokyo - 4 ore e 50 min ca.
  • Osaka - 2 ore e 30 min ca.
COME ARRIVARE
A Kumamoto
In aereo
  • Tokyo - 1 ora e 40 min ca.
  • Osaka - 1 ora e 10 min ca.
In treno
  • Osaka - 3 ore ca.
COME ARRIVARE
A Oita
In aereo
  • Tokyo - 1 ora e 30 min ca.
  • Osaka - 55 min ca.
In treno
  • Osaka - 3 ore e 30 min ca.
COME ARRIVARE

Soggiornare a KUMAGAYA SAITAMA - hotel, ryokan, ostelli

Scopri le migliori opzioni per il tuo soggiorno