Caricamento in corso...

SCOPRIRE IL GIAPPONE

BENVENUTI NEL PAESE OSPITANTE
LA RUGBY WORLD CUPTM

Kobe – Itinerari

Itinerario di 3 giorni a Kobe

Questo è un esempio di itinerario con 2-3 pernottamenti presso la struttura più vicina allo stadio. Perché non dedicare un po’ di tempo a visitare i dintorni prima e dopo la partita?

  • Giorno 1

    Hotel a Kobe
    Camminando
    Stazione Sannomiya
    JR
    Stazione Rokkomichi
    Camminando

    Nada-gogou, la zona del saké a Nada

    Nei quartieri Nada e Higashinada della città di Kobe, una delle principali aree produttrici di saké del Giappone, troverete la zona di Nada-Gogou. Per quanto riguarda la distribuzione, nei dintorni c'è un porto adatto per il trasporto via mare. Inoltre il processo di produzione del saké è favorito dal fatto che nelle vicinanze si trovano riso e acqua di alta qualità e dal fatto che la zona è attraversata da un vento freddo chiamato Rokko oroshi (il vento del monte Rokko), il che la rende ideale per la preparazione a freddo. Queste condizioni risultano perfette per produrre un saké di buona qualità. Questa zona sin dal periodo Edo ha goduto di una buona prosperità per la sua attività di produzione di saké. I visitatori possono vedere le distillerie di saké e i relativi musei, così come le sale commemorative, in modo da scoprire la storia di queste distillerie e di Nada. Molti produttori di saké si trovano ancora in zona. Poiché ci sono molte distillerie che offrono degustazioni gratuite, raccomandiamo anche di fare un giro per le strade della città durante la visita.
    Camminando
    Stazione Rokkomichi
    JR
    Stazione Motomachi
    Camminando

    La città di Kobe

    A Kobe, che fin dai tempi antichi era una prospera città portuale, si può godere non solo del paesaggio offerto da questa moderna metropoli che dà sul mare, ma anche della città stessa, in quanto in essa si può vivere un'atmosfera interculturale. La via dello shopping di Kobe, Motomachi, è in realtà un prestigioso quartiere dello shopping di lunga data, sviluppatosi ancor prima della Restaurazione Meiji e influenzato dall'area residenziale straniera fiorente in quel periodo. Dopo aver esplorato il quartiere dello shopping, consigliamo di rifocillarsi scegliendo fra i vari piatti gourmet disponibili a Nankinmachi, la Chinatown di Kobe, immersi nella sua atmosfera tradizionale cinese. In serata raccomandiamo di visitare la zona della baia per ammirare la vista notturna presso il Meriken Park e il Kobe Harbourland. I numerosi neon, a partire da quelli della Port Tower, punto di riferimento principale di Kobe, colorano meravigliosamente la città e si riflettono sulla superficie dell'acqua, creando un paesaggio fantastico e assolutamente romantico.
    Camminando
    Stazione Kobe
    JR
    Stazione Sannomiya

    Cenare a Kobe (il manzo di Kobe)

    La carne di manzo di Kobe è uno dei principali marchi al mondo per quanto riguarda la carne di manzo giapponese, ed è una carne che non è amata solo in patria, ma viene usata anche in molti ristoranti gourmet esteri. Ci sono molti ristoranti vicino alla stazione Sannomiya che offrono questa carne di manzo "wagyu" (di bovino giapponese). Molti di questi locali cucinano la carne secondo una tecnica chiamata "teppanyaki", per cui lo chef cucina la bistecca di fronte al cliente. Ci sono molti ristoranti dall'atmosfera raffinata che ben si adatta alla carne wagyu più pregiata del manzo di Kobe; potrete gustare della carne eccellente circondati da un'atmosfera meravigliosa. Se venite a Kobe assicuratevi di assaggiare il manzo di Kobe!
    Camminando
    Hotel a Kobe
  • Giorno 2

    Hotel a Kobe
    Camminando
    Stazione Kobe-Sannomiya
    Ferrovia Hankyu
    Stazione Ashiyagawa
    Camminando

    Il monte Rokko

    Kobe è circondata dal mare e dalle montagne ed è una città dalla forma allungata che si estende da est a ovest. Spesso il lato sud viene chiamato "lato del mare" e il lato nord "lato della montagna". Il lato montuoso che si estende dalla parte nord a quella ovest della città di Kobe altro non è che il versante del monte Rokko. Su questa montagna, che è un simbolo per la gente di Kobe, è possibile salire con la funivia, ma ci sono anche vari percorsi per l'escurione a piedi. Il più comodo fra questi è quello di Ashiyagawa, in quanto consente ai visitatori di godersi la camminata partendo direttamente dalla stazione di Hankyu Ashiyagawa. Dopo la bella escursione rimarrete estasiati dalla magnifica vista sulla baia di Osaka che si può ammirare dalla cima. Un'altra cosa che vale la pena vedere è il "panorama notturno da dieci milioni di dollari", anche se potrebbe risultare difficile da osservare dopo l'arrampicata.
    Stazione del trenino di Rokko Sanjo
    Autobus
    Stazione della funivia Sancho
    Funivia
    Stazione Arima Onsen
    Camminando

    L'onsen di Arima

    L'onsen di Arima è una delle tre sorgenti di acqua calda più famose del Giappone. È conosciuto come una delle tre migliori stazioni termali in Giappone, e ha una lunga storia. Infatti nel libro Nihon Shoki (Annali del Giappone) viene annotato che nel 631 d.C. l'imperatore soggiornò qui. Anche negli anni successivi l'onsen viene ricordato più volte dalla storia giapponese, in particolare per il fatto di essere stato particolarmente amato da Toyotomi Hideyoshi, che è considerato il secondo grande unificatore del Giappone. Hideyoshi ordinò la riqualificazione dell'onsen e dei suoi dintorni, ragion per cui la denominazione "Taiko" dell'area rimane ancora ai giorni nostri. Sebbene si tratti di una piccola città onsen, si trovano molti hotel occidentali e alberghi tradizionali in stile giapponese, e la visita è resa ancora più piacevole dalla possibilità di godersi una passeggiata lungo il fiume. Nella città ci sono due onsen pubblici: il "Kin no Yu", un onsen in cui l'acqua è di color rosso-oro per la presenza di molto ferro, e il "Gin no Yu", la cui acqua è ricca di radio e acido carbonico.
    L'onsen di Arima (Pernottare in un ryokan)
  • Giorno 3

    L'onsen di Arima
    Autobus
    Stazione Sannomiya
    JR
    Stazione Himeji
    Camminando

    Il castello di Himeji

    Il castello di Himeji, anch'esso designato come sito patrimonio mondiale, è conosciuto come il castello che si è meglio preservato tra i molti castelli famosi in Giappone. Il castello ha sempre esercitato un certo fascino su coloro che lo visitano, grazie alle sue bellissime mura in intonaco bianco. Questo castello è anche famoso per il fatto di essere inespugnabile, tanto che è riuscito a mantenere il suo aspetto originario di oltre 400 anni fa. Insomma, non solo è bello, ma anche funzionale! Inoltre il giardino Kokoen nell'area del castello è degno di nota per il fatto che è riuscito a riqualificare appieno i resti delle residenze dei samurai nell'area. Visitandolo ci si può godere le bellezze naturali che ogni stagione offre, enfatizzate dal suggestivo scenario del castello di Himeji. Proprio di fronte a questo si trova il Museo di storia della prefettura di Hyogo, progettato da Kenzo Tange. Qui potrete ammirare ancora una volta il bellissimo castello di Himeji, riflesso sul lato dell'ingresso principale, per poi scoprire la storia dell'area di Hyogo.
    Camminando
    Fermata dell'autobus Chokaku tokubetsu shien gakko, Kokoen-mae
    Autobus
    Fermata dell'autobus della funivia Shosha-zan
    Camminando
    Stazione Sanroku
    Funivia
    Stazione Sanjo
    Camminando

    Il monte Shosha

    Il monte Shosha (Shoshazan in giapponese) si trova nella parte nord-occidentale della città di Himeji, a circa 30 minuti di autobus dalla stazione di Himeji. È possibile salire dai piedi del monte fino alla vetta camminando per circa un'ora, ma in alternativa si può raggiungere la cima in circa 4 minuti usando la funivia di Shoshazan. La montagna è circondata dai suoi boschi naturali ed è famosa per la vista meravigliosa delle foglie in autunno, ma la maggior parte dei visitatori sale il monte per recarsi al tempio Engyo-ji, situato proprio sulla vetta. Questo tempio ha una storia di oltre 1000 anni e in esso sono conservati molti tesori culturali. Nella zona si trovano numerosi siti storici e culturali, ma il più famoso è il Maniden, dove si possono ammirare anche i Mokuzo-Shitenno-ryuzo (statue in legno dei quattro re celesti), designati come importante proprietà culturale del Paese. Inutile dire che la stessa struttura del palco in legno è meravigliosa, e la vista degli alberi e delle foglie autunnali che si ha da lì è ancora più magica. Questa zona, grazie al fatto di essere rinomata per la presenza di edifici storici come di magnifici scorci naturali, è stata scelta come location per molti film e telefilm, fra cui il film hollywoodiano con Tom Cruise, L'ultimo samurai, girato proprio qui nel 2003.
    Camminando
    Stazione Sanjo
    Funivia
    Stazione Sanroku
    Camminando
    Fermata dell'autobus della funivia Shosha-zan
    Autobus
    Stazione Himeji
    JR
    Stazione Sannomiya

Mappa/Accesso